Presentazione del service:”LIONS & BEST FRIENDS” a favore dell’allevamento dei cani guida e “Cremona in cartolina, l’evoluzione della nostra città”

Il Lions Club Cremona Europea presieduto da Francesco Pizzorni ha programmato durante la conviviale del 15 aprile svoltasi presso l’Agriturismo Breda de Bugni, un nuovo Service a favore del centro Lions di addestramento dei cani guida per non vedenti di Limbiate.

Il service è stato illustrato dal socio Simone Ortello, ideatore e responsabile della partita del cuore “LIONS & BEST FRIENDS”, un quadrangolare di calcio a scopo benefico che si svolgerà il 22 giugno prossimo presso lo stadio Zini e che vedrà la partecipazione della Nazionale “LIONS – LEO CLUBS”, della Rappresentativa “RADIO 105 NETWORK”, della Rappresentativa “SMEMORANDA COMEDIANS” con i comici TV di ZELIG e della Rappresentativa delle GLORIE DELLA CREMONESE.

LOGHI-SQUADRE

Il quadrangolare sarà preceduto da una partita dei ragazzi del settore giovanile U.S.C. Cremonese con la partecipazione di tre squadre di pulcini della Cremonese. I biglietti per l’ingresso allo stadio Zini saranno distribuiti tramite prevendita a cura dello staff organizzativo. Importante cornice del torneo la partecipazione di personaggi famosi dello spettacolo. Il ricavato sarà interamente devoluto al centro di addestramento Lions di Limbiate, fondato dai Lions italiani con la finalità di dotare gratuitamente le persone non vedenti di un cane addestrato.

06 Service a favore dell'allevamento cani guida per ciechi di Limbiate_1

Nel proseguo della conviviale il presidente Francesco Pizzorni ha dato la parola all’ospite della serata l’Arch. Elisabetta Bondioni, esperta di storia urbanistica di Cremona e responsabile di allestimenti di mostre storico-artistiche del nostro territorio e autrice di numerose pubblicazioni.

La relatrice con la proiezione di vecchie cartoline illustrate di Cremona ha ricordato i tre i momenti storici che hanno caratterizzato, a suo parere, la progressiva trasformazione architettonica della città di Cremona: l’eliminazione con la cinta muraria delle porte storiche di cui rimane un ricordo solo toponomastico, i mutamenti avvenuti durante il periodo del ventennio con la costruzione di grandi palazzi monumentali che hanno modificato significativamente lo stile architettonico della città, e per ultimo la ricostruzione, nel periodo post bellico, di alcuni rioni della città distrutti dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale.

Lo scorrere delle vecchie cartoline ha mostrato ai presenti le antiche bellezze artistiche della città di Cremona e fatto riflettere sull’importanza della sua storia, facendo nascere nei presenti un sentimento ambivalente di orgoglio e di nostalgia per le eleganti opere architettoniche perdute.

Visit Us On Facebook

Questo sito utilizza dei cookie che ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie o negare il consenso cliccando su Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi