Cremona città capitale della musica e la fondazione Sauffer

Il presidente Laura Riboni e i soci del Lions Cremona Europea, durante la conviviale di novembre dedicata alla cultura musicale cremonese, hanno avuto il piacere di ospitare il notaio dott. Paolo Salvelli appassionato d’arte e presidente della “Fondazione Stauffer”.

Il dott. Salvelli ha illustrato come Walter Stauffer, discendente da una famiglia svizzera, visse a Cremona, città che molto amò e dove svolse la sua attività di industriale nel settore caseario. Grande cultore e amante della musica donò alla città, che ha dato i natali a Monteverdi e Ponchielli e dove era fiorente l’antica arte di costruzione di strumenti ad arco fondata dai grandi maestri liutai Stradivari Amati e Guarneri, la somma di 100 milioni di lire per l’acquisto di Palazzo Raimondi, destinato a diventare la sede della Scuola Internazionale di Liuteria e di Musicologia di Cremona. Nel 1970 istituì la “Fondazione Stauffer” e da mecenate illuminato dispose che il principale e unico scopo della sua creazione fosse quello di favorire l’insegnamento della liuteria e musicologia in generale a giovani musicisti proveniente da ogni parte del mondo, contribuendo così a fare di Cremona la “Capitale della Musica”.

Tutta l’attività della Fondazione Stauffer viene ancora oggi coordinata da un consiglio di amministrazione composto di sette membri: tre di nomina del fondatore e quattro di nomina istituzionale tra cui il Presidente della Provincia e il sindaco di Cremona.

Da imprenditore accorto ha gestito con teutonica economicità la sua istituzione con il patrimonio accresciuto e consolidato nel tempo (la fondazione possiede anche quattro notevoli strumenti ad arco ospitati nella sala dei violini del Palazzo Comunale) e che tuttora permette il finanziamento di realtà musicali cremonesi apprezzate a livello mondiale come la scuola Internazionale di Liuteria e l’Accademia Walter Stauffer. Quest’ultima si occupa di corsi di alto perfezionamento per concertisti di musica da camera e solistica per strumenti ad arco con docenti di fama mondiale come il maestro Salvatore Accardo. La fondazione inoltre sostiene l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi”, il Teatro Ponchielli e il Museo del Violino, concede contributi al festival di Cremona “Claudio Monteverdi”, al festival musicale di Cremona; contribuisce alla pubblicazione della rivista “Studi di Canto Gregoriano” e finanzia i molteplici eventi della vita musicale di Cremona.

Il dott. Paolo Salvelli, dopo aver risposto ai numerosi interventi dei soci, ha terminato la sua relazione sollecitando i presenti a partecipare agli eventi musicali della città e a coinvolgere i cremonesi spesso attratti da musicisti famosi e non dai giovani talenti che provengono dalla Scuola Musicale Cremonese, che tutto il mondo ammira e ci invidia.

Visit Us On Facebook

Questo sito utilizza dei cookie che ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie o negare il consenso cliccando su Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi