18 settembre 2018

Una serata davvero riuscita quella dello scorso 18 settembre a Cascina Moreni, per il Lions Club Cremona Europea.

Assente il presidente Clelia Salimbeni, il compito di condurre la serata è toccato alla vice Nadia Bragalini, che ha aperto la serata dapprima porgendo i saluti del presidente a tutti i presenti e ha, poi, proseguito auspicando che l’anno lionistico appena iniziato, oltre ad essere foriero di rilevanti iniziative lionistiche, si “tingesse sempre più di rosa” secondo la precisa vocazione del sodalizio (ma, anche, secondo il proprio intendimento, quale presidente del gruppo “Terziario donne”).

Poi, la vicepresidente, Nadia Bragalini ha illustrato i vari progetti del sodalizio attualmente in lavorazione, anticipando i temi che saranno affrontati nel corso dell’anno e le iniziative, peraltro moltissime, di questo dinamico gruppo, per i prossimi mesi.

Tra i lavori in cantiere il “Premio sicurezza” ed il “Premio donna”, manifestazioni entrambe volute dal socio Carmine Scotti e che, riscuotendo grande plauso, sono state mezzo di valorizzazione, la prima, di quanti lavorano per la sicurezza di tutti e, la seconda, per le donne che hanno dato lustro alla nostra città. 

Dopo aver salutato idealmente l’amico Vincenzo Gallozzi, chiamato ad alti incarichi nella sua terra d’origine, e dopo aver gustato la prelibata cena realizzata con la solita perizia dello chef Carlo Fontana, gli amici del club sono stati intrattenuti dalla nutrizionista Annalisa Subacchi. La dottoressa Subacchi, pure del sodalizio, presentando la sua ultima fatica letteraria dal titolo “La dieta della dottoressa Subacchi” ha disquisito con i presenti in merito alle intolleranze alimentari così tanto diffuse toccando, quindi, argomenti di grande (e grave) attualità.

Annalisa Subacchi ha studiato ed approfondito innovativi sistemi dietetici per affrontare e risolvere efficacemente le problematiche non solo connesse alle intolleranze ed alle allergie ma, anche, al sovrappeso, alla cattiva digestione, alle dermatiti ed alle emicranie in modo assai efficace, individuando, all’origine dell’eccesso di peso e di molti altri disturbi, allergie ed intolleranze. Il tutto con sistemi nuovi che consentono di contemperare l’esigenza di guarire dai propri disturbi con quella di non privarsi di gustose ricette. La serata si è quindi conclusa con il tocco della “campana lionistica” sotto gli auspici di un anno ricco di iniziative e di “service”.

Lasciatemi dire che, quest’anno, dovremo impegnarci tutti per rinforzare il club (siano benvenuti, pertanto, nuovi soci e, soprattutto, nuove socie) e che tutti, secondo il proprio tempo e possibilità, contribuiscano in modo fattivo ed effettivo a rendere il nostro sodalizio sempre più attivo e sempre più fecondo di iniziative e di idee per i futuri “services”.